Директор ЈКП „Београдске електране“ Раде Баста за италијанску агенцију Нова: Позивам УСА и ЕУ компаније на улагање у нуклеарну енергију

Energia: direttore Centrali elettriche di Belgrado invita a investire nel nucleare

Belgrado, 29 ott 14:35 – (Agenzia Nova) – Il direttore della società pubblica serba Centrali elettriche di Belgrado, Rade Basta, ha rivolto un invito alle compagnie energetiche di Stati Uniti ed Unione europea ad investire in Serbia nel campo del nucleare. Secondo una nota della società serba, Basta ha inviato una lettera in cui invita le compagnie ad investire nel Paese balcanico. Basta ha sottolineato che la sicurezza energetica, lo sviluppo economico e l’efficienza della protezione ambientale sono da tempo obiettivi fondamentali e interconnessi. „Ci sono 106 reattori nucleari che operano negli Stati membri dell’Ue, che forniscono 104 Gigawatt di elettricità, ovvero il 26 per cento dell’elettricità totale prodotta nell’Unione europea“, ha scritto Basta in una lettera aperta del 13 ottobre e rilanciata oggi, aggiungendo che le centrali nucleari sono una fonte di elettricità stabile e affidabile. „Generalmente non dipendono dalle condizioni meteorologiche o dai livelli dell’acqua sui fiumi e non emettono gas serra, e in questo senso sono rispettose dell’ambiente“, ha ancora osservato Basta aggiungendo che la revoca della moratoria sulla costruzione di centrali potrebbe garantire una soluzione accettabile nella fase di transizione per raggiungere gli obiettivi dell’Agenda verde verso forme più pulite di produzione elettrica (idro, solare, eolica) che richiederà decenni.

Questo, secondo Basta, ridurrebbe anche la necessità di un’eventuale costruzione di nuove centrali a carbone, „che costerebbe molto allo Stato della Serbia sotto forma di tasse dall’Ue“. Il direttore della società pubblica serba ha infine osservato che l’attuale balzo dei prezzi dell’energia non solo ha migliorato le prospettive di investimento nell’energia nucleare, ma incoraggerà anche la costruzione di centrali idroelettriche. „L’importanza dell’uso dell’energia nucleare è confermata dal fatto che non c’è quasi nessun Paese che non abbia una propria centrale nucleare“, ha dichiarato Basta. „La costruzione di una centrale nucleare è un’impresa enorme che richiede una tecnologia complessa e un investimento di capitale estremamente elevato. I Paesi più piccoli come la Serbia difficilmente possono disporre di fondi sufficienti o concedere prestiti per realizzare da soli un progetto del genere. Ecco perché hanno bisogno dell’aiuto di aziende di alcuni dei Paesi con un’industria nucleare sviluppata“, ha dichiarato Basta. (Seb)

© Agenzia Nova – Riproduzione riservata